YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2010 / Il bancone del bar

IL BANCONE DEL BAR

Nicolini

di MASSIMO CIRRI
biografia

due sorsi di confidenze
Comunicare


- Tu come sei messo a comunicazione?
- Ehh?
- Cominciamo bene. Co-mu-ni-ca-zione: dire di sé. Scambio di messaggi. Comunicare. Tu come sei messo?
- Se mi suona il telefono di solito rispondo.
- Di solito? Non sempre?
- Se vedo che sei tu a volte lascio perdere.
- Perché?
- Perché lo so che poi mi tiri un pippone sulla comunicazione.
- Come facevi a saperlo?
- Intuito femminile.
- Ma tu sei un maschio.
- Si, ma le donne sanno comunicare meglio.
- Sicuro?
- Sicuro. Ti faccio un esempio: hai mai sentito due uomini che parlano al telefono? Se va bene si dicono cose tipo: “Dove sei? Cosa fai?”. Oppure uno dei due dice sempre all’altro: “Non ti sento, non c’è campo”. Che per i maschi è una fortuna perché così possono parlare di cellulari: modelli e piani tariffari. Ma dopo cinquanta secondi due maschi non hanno più nulla da dirsi e così uno dice all’altro: “Allora ci sentiamo dopo”. L’altro è contento perché lo sa che non hanno nulla da dirsi – è più forte di loro, sono maschi – ma coltiva la speranza che dopo, in futuro, qualcosa cambierà.
- Cambia?
- Mai
- Perché?
- Perché sono maschi. Quindi impossibilitati a dire qualcosa di un po’ profondo. Non ti dico a parlare di sé.
- E le donne?
- Le donne invece parlano.
- Troppo?
- Può essere, ma parlano. Hanno sempre qualcosa da dirsi. Qualcosa di vero.
- E perché loro si e noi no?
- Perché loro, le donne, hanno un’anima. Noi, i maschi, di solito no.
- Dove l’hanno trovata l’anima?
- Dev’essere perché loro mettono al mondo i figli. Danno la vita e sanno cos’è. Quindi hanno un’anima.
- Ma anch’io, quando è nato mio figlio, sono andato in sala parto con mia moglie.
- Certo, c’ero anch’io. Ma...
- C’eri anche tu in sala parto quando è nato mio figlio? Sai che non ti ho visto?
- Spiritoso... C’ero a quello di mia moglie. Facciamo le battute?
- Guarda che l’ironia è una forma alta di comunicazione. Più nobile. Dovresti saperlo.

Sono maschi, quindi impossibilitati a dire qualcosa di profondo. E le donne? Loro invece parlano, hanno sempre qualcosa da dirsi, qualcosa di vero. Perché loro, le donne, hanno un’anima.

- Lo so. Ma volevo finire il discorso dei maschi in sala parto. Dillo onestamente: tu come ti sei sentito a stare lì tra le infermiere e l’ostetrica?
- A parte la paura di svenire davanti a tutte facendo al figura del cretino?
- A parte quello
- Mica tanto a posto. Mi sentivo come i caschi blu dell’ONU a Sarajevo, durante la guerra.
- Vale a dire?
- Ci stavo ma ero inutile
- Vedi?
- Vedi cosa?
- Non lo so. È la questione dell’anima. Bisogna avere un’anima per comunicare qualcosa.
- Ma loro, le donne, non l’hanno avuta dopo di noi l’anima?
- È la Chiesa che gliel’ha riconosciuta in ritardo. Ma l’hanno sempre avuta
- Per questo comunicano meglio di noi?
- Molto meglio.
- Ma guarda che anche tu ed io, qui al bancone del bar, non ce la caviamo male.
- Vero.
- Sarà mica che siamo poco maschi?
- Non credo.
- Forse abbiamo imparato a capire quanto di “spirituale” c’è in noi.
- Una cosa un po’ melensa allora.
- No, cosa dici, solo che per comunicare efficacemente bisogna saper anche emozionare, e per farlo anche i sentimenti contano, soprattutto quelli che provi per l’interlocutore.
- Ma io non è che mi innamoro di tutti quelli con cui parlo.
- Ma non si tratta solo di amore da fotoromanzo, io parlo d’empatia.
- Che fa rima con simpatia.
- Sì anche quella, in un certo senso, e le donne ci sanno fare.
- Dici? Perché?
- Perché le donne sanno comunicare meglio.
- E i maschi?
- I maschi parlano di lavoro. Anzi, secondo me il lavoro è stato inventato per dare un argomento di conversazione a noi maschi.
- Allora parliamo d’altro?
- Va bene. Basta che non comunichiamo troppo.
- Ok

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI