YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

PRONTI A RIPARTIRE

leggi la loro storia

Gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 3 - 2009 / Consigli verdi

CONSIGLI VERDI

A tu per tu con la natura
Autunno in giardino

Nicolini

di Gabriele Dall’Olio biografia

L’estate è alle spalle, si approssimano le stagioni più rigide. In questo periodo di passaggio è importante provvedere all’effettuazione di alcuni interventi che ci garantiranno una rinascita “primaverile” dei nostri spazi verdi ancora più rigogliosa. Allora avanti con l’insediamento di nuove piantumazioni e la predisposizione di antidoti contro gelate e nemici invernali.

Ci accompagna ancora un vago sentore d’estate ma l’aria del mattino e della sera è più “frizzante” e le ore di luce diminuiscono. è evidente che siano entrati senza accorgercene in autunno, una stagione di passaggio, che regala alla natura tonalità calde e vellutate prima del “torpore” invernale. I giardini e i terrazzi attendono quindi nuovi interventi che presentiamo come di consueto in questa rubrica. Le indicazioni di seguito riportate, relative al mese di ottobre, contengono alcune lavorazioni “settembrine” ancora eseguibili in questo mese.

Ottobre

Lavori in giardino: si possono iniziare ad eseguire le vangature e le fresature necessarie a preparare il terreno per le semine e trapianti autunnali. Sul prato bisogna eseguire una rastrellatura con attrezzo a lame e provvedere con regolarità a raccogliere le prime foglie e aghi che possono iniziare a cadere dagli alberi. La sua concimazione deve prevedere prodotti che abbiano una prevalenza di potassio (K) rispetto al fosforo (P), nonché un discreto titolo di azoto (N), possibilmente a lenta cessione. Come sempre l’aggiunta di microelementi (Mg, Mn, Fe, Zn, B, Cu, etc.) aumenta la qualità dell’apporto nutritivo.

Semine e piantagioni: visto l’approssimarsi della stagione fredda affrettarsi il più possibile a seminare – o rigenerare - il prato. è sempre conveniente farlo ora piuttosto che rimandare la lavorazione alla primavera, quando la competizione delle malerbe ed il successivo “secco” estivo ne provocano un notevolissimo degrado. Inizia ora il periodo più adatto per la messa a dimora di nuove piante a foglia caduca, sia arbustive che erbacee. Per gli alberi meglio aspettare ancora. Dissotterrare i bulbi, (dalie, canne, begonie, etc.) asciugarli e conservarli in un luogo buio, fresco e asciutto.

Piante in vaso da interno: a seconda delle zone e delle posizioni in cui si sono collocate, prepararsi a ricoverare all’interno le piante da appartamento precedentemente portate all’aperto. Ricordiamoci che terrazzi e balconi sono i luoghi ideali per i ciclamini che possono fiorire fino a marzo se ben coltivati.

Novembre

Consigli Verdi

Lavori in giardino: fintanto che non gela è ancora possibile piantare arbusti, rosai, piante perenni e bulbi da fiore. Tagliare il prato per l’ultima volta e proteggere dal freddo, con paglia o torba, le piante suscettibili come oleandri e corbezzoli. Si possono iniziare ad eseguire le potature delle piante a foglia caduca tenendo sempre conto delle necessità contingenti della pianta e del periodo di fioritura. Una attenzione particolare va posta in questi ultimi tempi al trattamento delle essenze del genere “Prunus” visto la loro grande suscettibilità agli attacchi dei funghi sul legno. è di estrema importanza fare dei trattamenti autunnali contro i parassiti fungini che colpiscono le piante in autunno-inverno e manifestano i danni, generalmente disseccamenti sia dei rami che dell’intera pianta, in fine primavera - inizio estate. I prodotti da usare sono fungicidi che vanno dalla comune “poltiglia bordolese” ai più moderni prodotti a base di tiofanato metile e ditianon. Il loro utilizzo va valutato con cura poiché parliamo di prodotti tossici il cui acquisto (con patentino) e la cui distribuzione va eseguita da giardinieri qualificati. Nei roseti bisogna potare le piante eliminando i polloni che si sviluppano dal basso (getti “selvatici”); questi si riconoscono dalla diversità delle foglie, delle spine, e dall’assenza di gemme. Sarà anche necessario lavorare il terreno, previo apporto di concimi organici.

Semine e piantagioni: trapiantare le erbacee biennali e le piante con cespi rizomatosi come ad es. i gigli. Proseguire nella piantagione dei bulbi di Crocus, Giacinti, Bucaneve...ed ogni altra pianta bulbosa a fioritura primaverile (geranio tuberoso, calla, ciclamino, bucaneve, allium, giglio bianco, fresia, frittillaria, anemoni, iris, narcisi, giacinti, amarilli, tulipani, ecc.). Fino al mese di dicembre, se non piove, occorre annaffiare due volte alla settimana affinché i bulbi non secchino troppo e deperiscano nel terreno.

Piante in vaso da interno: cercare di mantenerle umide anche nella parte aerea con nebulizzazioni per diminuire l’impatto negativo dovuto al riscaldamento degli ambienti. Non relegarle nelle zone più buie della casa e neppure in quelle vicine alle fonti di riscaldamento.

Dicembre

Lavori in giardino: è il mese invernale per eccellenza, durante il quale le gelate sono spesso intense. Pacciamare le piante più delicate coprendo la base con del terreno con paglia, trucioli, geotessuti oppure sostanza organica che poi verrà interrata.

Semine e piantagioni: si finisce di mettere a dimora le nuove piante prima dell’arrivo delle gelate. Nella messa a dimora è meglio usare piante con la zolla perché hanno meno problemi di “crisi da trapianto” oltre che una minore sensibilità al freddo. Una volta messa a dimora la pianta coprire la zona del colletto nelle zone con inverno rigido per evitare che geli.

Piante in vaso da interno: come in novembre.

 

Assemblea dei Soci

L’Assemblea vola in Rete
Assemblea dei Soci

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

Le restrizioni introdotte a seguito della diffusione del coronavirus hanno impedito il classico svolgimento collettivo, e conviviale, dell’Assemblea dei Soci di Manutencoop Società Cooperativa, che invece è stata organizzata con una presenza circoscritta ai vertici aziendali, debitamente distanziati all’interno di una stanza.

LEGGI

Speciale Coronavirus

Orgogliosi di noi
Speciale Coronavirus

notizia 2

di Claudio Levorato

Abbiamo dimostrato di essere una grande Azienda, grande non solo nei numeri ma anche per la capacità di gettare sempre il nostro (grande) cuore oltre gli ostacoli.

LEGGI

Speciale Coronavirus

Per Rekeep una prova senza precedenti
Speciale Coronavirus

notizia 2

di Chiara Filippi

Fuori e dentro le Aziende del Gruppo il periodo di crisi sanitaria ha richiesto, da un giorno all’altro, cambiamenti e interventi speciali per garantire, da un lato, servizi sempre più impellenti e specifici ai Clienti in ambito sanitario, 7 giorni su 7, e sul versante interno la necessaria protezione per scongiurare possibili contagi.

LEGGI