YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 4 - 2009 / A L’Aquila una nuova “casa” per ripartire

Vita aziendale

traduzione: eng | عربي

di Giancarlo Strocchia

A L’Aquila una nuova “casa” per ripartire

Giovedì 17 dicembre è stata inaugurata la nuova sede di MFM a L’Aquila. Una cerimonia contraddistinta dal freddo del clima ma da un grande calore umano, quello che si è creato intorno agli oltre 130 dipendenti della città sin dal giorno successivo al grave terremoto che l’ha colpita. Una rinascita nel segno della solidarietà manifestata concretamente dalle donazioni di tutti i lavoratori del gruppo. E per il futuro si punta ad investire anche sulla ricostruzione.

video 12

17 DICEMBRE 2009

L'Aquila, inaugurata la nuova sede di Manutencoop Facility Management S.p.a.

Guarda il filmato

Impegni mantenuti. É di questo che ha bisogno la terra d’Abruzzo per intravedere una più rapida ripresa dal dramma di un terremoto che ha irrimediabilmente modificato il volto ambientale e sociale di questa terra antica e tenace. Un impegno assunto e portato a termine ad appena 8 mesi dal sisma è stato quello di consegnare una nuova “casa” a Manutencoop Facility Management de L’Aquila, duramente colpita dal sisma e ora restituita alla speranza di rinascita della città e al desiderio di riscatto dei suoi dipendenti. La cerimonia, che si è svolta il giorno 17 dicembre 2009, ha segnato un momento di profonda commozione per tutti, autorità comprese.

“La perdita del posto di lavoro avrebbe costituito un dramma nel dramma, ma così non è stato”

Un rituale non convenzionale, partecipato e voluto da un’azienda che ha superato rapidamente i primi momenti di scoramento e che ha subito messo in moto una serie di interventi affinché un evento così tremendo non compromettesse la posizione lavorativa degli oltre 130 dipendenti presenti sul territorio. La perdita del posto di lavoro avrebbe costituito un dramma nel dramma, ma così non è stato. E giovedì sera si è avvertito, nonostante la temperatura rigida e la coltre di neve, il calore e il sostegno di tutti i dipendenti del Gruppo che, all’indomani di quel tragico 6 aprile, hanno intrapreso una vera e propria gara di solidarietà per venire in soccorso dei colleghi colpiti dal sisma. Al taglio del nastro dei nuovi uffici di via Poppleto, 11, a Coppito, erano presenti, oltre ai vertici aziendali, anche la ex presidente della Provincia de L’Aquila Stefania Pezzopane, rappresentanti del Comune, dell’Università e della Prefettura.

IL TAGLIO DEL NASTRO CON LA PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DE L’AQUILA STEFANIA PEZZOPANE.

L’inaugurazione dei nuovi uffici di MFM ha segnato il rientro al lavoro a pieno regime di tutti gli oltre 130 dipendenti, che fino a quel momento avevano beneficiato della cassa integrazione straordinaria a causa della riduzione delle attività del Gruppo nell’area.

I lavoratori erano impegnati principalmente nelle attività di pulizia e manutenzione dei vari immobili dell’Università, andati in larga parte distrutti, e presso l’Ospedale S.Salvatore. Gran parte dei dipendenti verrà ora impegnata nelle attività di gestione e manutenzione degli immobili realizzati nell’ambito del progetto C.A.S.E. (Complessi Antisismici Sostenibili Ecocompatibili). Si tratta di 183 edifici che comprendono 4.600 appartamenti distribuiti su 220.248 mq complessivi e realizzate con il coordinamento della Protezione Civile.

“Consegnato, ai dipendenti MFM de L’Aquila, il contributo di solidarietà di 266 mila euro raccolto tra le società del Gruppo”

Come anticipato, a confortare una ripresa auspicata e concretamente realizzata è intervenuto anche il sostegno di tutti gli addetti del Gruppo nei confronti dei colleghi così duramente colpiti. Nel corso dell’evento è stata infatti annunciata ai lavoratori aquilani la consegna, nella busta paga di dicembre, del contributo di solidarietà per un ammontare di circa 266 mila euro raccolti grazie alle donazioni dei dipendenti di tutta Italia e all’impegno economico delle società del Gruppo. In particolare il fondo è stato costituito per 133 mila euro grazie ai contributi dei lavoratori, mentre i restanti 133 mila sono frutto della decisone delle società del Gruppo di raddoppiare la cifra donata dai lavoratori.

L’INGRESSO DEI NUOVI UFFICI.

“Sono queste le occasioni in cui emerge, in tutta la sua forza, il cuore dell’azienda” – ha commentato il presidente Claudio Levorato. “I lavoratori hanno molto sofferto le drammatiche condizioni in cui è precipitata la città de L’Aquila all’indomani del sisma – ha continuato Levorato – e di fronte a questa situazione è emersa immediatamente la forza di un’azienda che, oltre alla reazione emotiva seguita ai primi momenti di forte sbigottimento, ha messo in campo tutta l’esperienza e la professionalità per investire su una rapida ripresa e rioccupare tutta la forza lavoro impiegata prima del terremoto”. Un evento, quello dell’inaugurazione della sede Manutencoop, che ha il senso di una voglia di rinascita. “È nostra intenzione infondere tutta la fiducia necessaria ai nostri operatori affinché si intraveda al più presto una proficua ripresa di tutte le attività. L’augurio è che il Gruppo possa radicarsi ulteriormente sul territorio aquilano, creare nuove opportunità di lavoro e contribuire alla rinascita di una città che, ne siamo certi, saprà reagire con forza ed orgoglio alla tragedia che l’ha colpita”. Una sfida impegnativa, che ha già comunque acquisito una grande vittoria, il mantenimento del posto di lavoro per tutti gli oltre 130 colleghi di MFM, a cui ovviamente va tutto il nostro supporto e incoraggiamento.

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI