YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 1 - 2009 / Che donne / Finestra sul mondo

CHE DONNE

Trovati in rete

Il sari Finestra sul mondo

Finestra sul mondo è un viaggio in luoghi lontani ma anche poco distanti da noi. Un viaggio, accessibile a tutti, che ci porterà in ogni numero di Ambiente ad approfondire, attraverso ricette, musica, modi di vestire e curiosità, culture e paesi del mondo.

Il sari è il classico abito femminile indiano, solitamente ricamato in fili d’argento e oro, sempre molto colorato. E’ una grande pezza di stoffa in seta o cotone lunga 5 metri e mezzo, alta da 1 metro a 1 metro e mezzo. Si regge in vita, infilando il bordo superiore nella cintura della sottogonna, poi passata sulle gambe, quindi sul dorso. Di qui viene morbidamente drappeggiata dalla vita al seno e da destra a sinistra.

.
foto

Le donne indiane lo ritengono l’indumento più comodo in assoluto: con il sari guidano, lavorano e fanno addirittura sport. Garantisce sempre una buona protezione dal sole, dal vento e dall’umidità; è facile da lavare e da stirare, e dona alla persona un’eleganza naturale. Sono questi i motivi per cui il sari è riuscito a sopravvivere anche nella nostra epoca.

Componenti fondamentali nella creazione del sari sono i tessuti particolari, gli accostamenti dei colori e le variazioni degli abbinamenti, i disegni sia sulla pezza intera che sulla bordura laterale. In ogni paese dell’India il sari ha le sue caratteristiche: nei colori ma soprattutto nei ricami, ed esiste in ogni lingua indiana un vocabolario particolare per definire le caratteristiche della sua creazione. Inoltre ogni tipo di sari ha una sua funzione: per sbrigare le faccende domestiche (di cotone o seta stampata) , per una riunione (ricamato in broccato), e quelli riservati alle cerimonie (di seta cruda). I più preziosi sono quelli di Varanasi, Kanchipuram e Bangalore, che con i loro favolosi ricami, ricordano i mosaici di Bisanzio.

 

Dipendenti

Talent Development, imparare è un’ esperienza
Dipendenti

notizia 1

di Chiara Filippi

Si legge talent, si traduce come un percorso formativo un po’ speciale di oltre 2000 ore basato più sull’esperienza e sulla personalizzazione dell’offerta che sulle nozioni e cha ha avuto la missione di condurre un gruppo di dipendenti del Gruppo Rekeep allo sviluppo di competenze che hanno spaziato dalle capacità relazionali alle attività di project interface, dalla leadership, al middle management.

LEGGI

Assemblea dei Soci

Assemblea dei soci, un cammino che prosegue
Assemblea dei Soci

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

“Il nostro obiettivo – ha più volte sottolineato il Presidente Levorato - è far crescere l’economia e valorizzare il lavoro, offrendo opportunità di crescita professionale alle nostre persone”.

LEGGI

Attualità

Efficienza energetica per l’ospedale di S.B. del Tronto
Attualità

notizia 2

di Chiara Filippi

L’intervento, realizzato da Rekeep, consentirà al nosocomio di abbattere sostanzialmente i consumi di energia attraverso una serie di realizzazioni che comprendono il rifacimento dell’involucro esterno con pareti ventilate, la sostituzione di infissi e la riqualificazione delle centrali termiche.

LEGGI