YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 1 - 2009 / Quando il business punta in alto, intervista a Lamberto Cuppini

Levorato

traduzione: eng | عربي

di Chiara Filippi

Quando il business punta in “alto”

E’ nata Mia, la società del Gruppo Manutencoop che si occuperà della manutenzione di impianti elevatori in genere, un settore che presenta elevati margini di crescita. Bologna Roma e Milano i centri di riferimento per lo sviluppo del business nel breve-medio periodo. A illustrare la nuova iniziativa imprenditoriale è l’Amministratore Delegato della società, Lamberto Cuppini.

Perchè si tratta di un business appetibile è presto detto: in Italia esistono circa 850.000 ascensori. Molti tecnologici e di recente installazione, altri, svariati, più vecchi e quasi da museo. Tutti, vecchi e nuovi, hanno bisogno di una periodica e puntuale manutenzione.

Lamberto Cuppini

Amministratore Delegato
Mia S.p.a.

Manutencoop Facility Management ne ha, attualmente, in gestione circa 5000 affidati alle “cure” di società esterne in subappalto. Perché visti i possibili margini di crescita non entrare direttamente in un mercato così promettente? Mia S.p.A., la nuova società del Gruppo dedicata alla gestione di ascensori e impianti di sollevamento, è nata proprio da questa valutazione, ovviamente supportata da puntuali studi di fattibilità. E per guidare una società nuova in un nuovo mercato è stato scelto un manager di provata esperienza, il bolognese Lamberto Cuppini, arrivato direttamente in Mia dalla poltrona di Amministratore delegato e direttore generale di Otis Italia, la filiale italiana della multinazionale americana leader indiscusso nel settore degli impianti di sollevamento (del resto colui che viene considerato il padre di tutti gli ascensori è un inventore americano della seconda metà dell’800, un certo signor Elisha Otis…).

Cuppini, ci racconti cosa farà questa nuova società?

Mia nasce per completare e integrare l’offerta del Gruppo MFM nel mercato del facility management. Di fatto con Mia il Gruppo internalizza, ovvero inizia a svolgere con una propria azienda e proprio personale, un’attività che prima era tra le poche subappaltate a fornitori esterni. La società si occuperà di manutenzione e riparazione di impianti elevatori in genere. Si rivolgerà agli attuali o potenziali clienti di MFM ma avrà anche, e soprattutto, come target il cliente privato retail.

Quindi anche la manutenzione del piccolo ascensore condominiale?

Si, anche. Ogni edificio dotato di un impianto potrebbe essere un nostro potenziale cliente, non necessariamente dovrà trattarsi di un grande patrimonio immobiliare.

E come sarà strutturata la nuova società?

L’obiettivo è costruire una rete di società a livello nazionale. Mia, da un lato, costituirà proprie filiali dirette sul territorio attive con personale proprio, dall’altro punterà ad acquisire partecipazioni in società, di provata competenza e reputazione, operanti nel settore. In questo modo daremo vita ad una struttura flessibile in grado di cogliere opportunità in tutta la penisola.

Su quali aree vi orienterete? Recentemente Mia ha acquisto il 60% di Cofam, impresa con sede a Modena e attiva nelle province di Reggio Emilia e Parma: quella emiliano-romagnola sarà, dunque, un’area in cui punteremo a crescere fin da subito. In generale Bologna, Roma e Milano saranno i nostri punti di riferimento per lo sviluppo del business nel breve-medio periodo.

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI