YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 1 - 2019 / Quando c’è la salute

QUANDO C’È LA SALUTE

Fondo Asim
Occhio ad una buona riabilitazione

Fondo Asim

Un bravo fisioterapista può restituire sollievo e mobilità dopo un forte trauma fisico o un inconveniente muscolare. Ma come scegliere un bravo professionista o capire se la terapia a cui siamo sottoposti è la più appropriata al nostro problema? Ecco un breve resoconto per affidarsi nelle mani di un professionista coscienzioso e ritrovare il sorriso.

Ripristinare la mobilità di un arto dopo un trauma, combattere contro un mal di schiena invalidante, risistemare una cervicale dolorante. Possono essere svariate le ragioni per ricorrere all’intervento di un fisioterapista. Vi sono casi in cui solo attraverso l’azione di questi specialisti si può tornare a condurre un’esistenza meno difficoltosa. Ma quali accorgimenti occorre adottare per la scelta del professionista che fa al caso nostro?

CHI È IL FISIOTERAPISTA? CONOSCIAMOLO MEGLIO.
La fisioterapia è una branca della medicina specializzata nella prevenzione, nella cura e nella riabilitazione di pazienti affetti da patologie, congenite o acquisite, in ambito muscolare, osseo, neurologico. Secondo quanto stabilisce il decreto 14 settembre 1994, Il fisioterapista è un operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici. Il fisioterapista è un professionista vero e proprio nel settore della riabilitazione motoria funzionale, della rieducazione posturale ed è una figura che può arricchirsi di moltissime sfumature, a seconda dei successivi corsi di specializzazione seguiti. Anche se siamo spontaneamente portati a identificare il fisioterapista come colui che interviene su ossa e muscoli, le sue aree di lavoro coprono anatomia e fisiologia anche del sistema nervoso, respiratorio, cardio-circolatorio e urogenitale. Gli esercizi di ginnastica che il fisioterapista consiglia sono mirati e studiati in base alla persona e al piano di allenamento globale per il recupero o il miglioramento delle funzioni.

COME SCEGLIERE UN BRAVO PROFESSIONISTA?
Premesso che è sempre buona norma affidarsi a strutture sanitarie collaudate per ogni tipologia di trattamento terapeutico, ci sono degli indizi che potrebbero farci ricredere sulla professionalità di alcuni operatori. Per prima cosa, un fisioterapista serio e preparato non interviene manualmente sul paziente senza avere attentamente valutato le sue condizioni, anche se arriva nel suo studio accompagnato da una prescrizione medica. L’operatore deve prima effettuare un esame cosiddetto funzionale che può durare anche tutta la prima seduta. È fondamentale che il fisioterapista conosca in maniera approfondita, da un punto di vista che è diverso da quello medico, l’assetto posturale del paziente, le tensioni muscolari, il tipo di movimento, e anche lo schema mentale che è alla base delle sue posture. Una valutazione essenziale affinché il fisioterapista calibri il proprio intervento sulle peculiari necessità del paziente. Moltissimi fisioterapisti si fermano al trattamento dei sintomi, senza andare ad agire sulle cause del dolore o del disagio fisico. La vera riabilitazione ricerca e rimuove la causa che è alla base del dolore e indica la strada per riconoscerla ulteriormente e non farla tornare. Non è riabilitazione un trattamento che produce un beneficio momentaneo, come l’utilizzo di apparecchiature, il massaggio o un trattamento di chinesi di 15/20 minuti, uguale per tutti.

QUALI SONO I TRATTAMENTI FISIOTERAPICI DA FARE DOPO UN INFORTUNIO O UN INCIDENTE?
Ricorrere a trattamenti fisioterapici dopo un infortunio personale, oppure un incidente sul luogo di lavoro, è molto più frequente di quello che si potrebbe pensare. Per quello che riguarda gli infortuni sul lavoro, l’ordinamento giuridico italiano ha previsto l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, gestita dall’Ente INAIL. Quando si parla di trattamenti fisioterapici si fa riferimento ad un nutrito gruppo di cure, ognuna più o meno indicata al tipo di riabilitazione si richiede necessaria. Esistono diverse tipologie di trattamenti fisioterapici che un fisioterapista specializzato può effettuare, e che si dividono in due categorie: terapie fisiche, all’interno del quale rientrano la Bio-Risonanza, la infrarossoterapia, le correnti interferenziali, la laserterapia, la magnetoterapia, etc., e le terapie manuali di cui fanno parte il bendaggio funzionale, la kinesiterapia, la massoterapia, l’osteopatia, etc. Rimane essenziale farsi visitare da un fisioterapista prima di sottoporsi ad uno qualunque di questi trattamenti fisioterapici, così che l’operatore possa indicare che tipo di terapia applicare alla propria situazione.

QUANTO COSTANO I TRATTAMENTI FISIOTERAPICI
In Italia esiste un tariffario nazionale, che determina per legge i prezzi dei vari trattamenti fisioterapici che è possibile erogare. uesto tariffario è contenuto nel D.N. il 20/06/2004, che ha introdotto il “nuovo Tariffario nazionale di minima consigliato per gli onorari delle prestazioni di valutazione, riabilitazione, terapia fisica e strumentale”. Bisogna sottolineare che il tariffario indica i prezzi minimi delle prestazioni, al di sotto dei quali non è possibile operare. Questo, è evidente, per salvaguardare i fisioterapisti dalla concorrenza sleale, con prezzi al ribasso per poter acquisire clienti.

a cura di Fondo Asim

ASSISTENZA SANITARIA GRATUITA

Registrarsi sul portale Asim conviene

Da gennaio 2017 l’assistenza sanitaria integrativa è garantita a tutti i lavoratori del Gruppo Manutencoop inquadrati con il CCNL Multiservizi da Fondo Asim, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa del settore delle imprese esercenti servizi di Pulizia, Servizi Integrati/Multiservizi.

Le prestazioni sanitarie (prenotazioni, visite presso strutture convenzionate etc.) vengono erogate da Unisalute che mette a disposizione una rete di strutture convenzionate, un call center dedicato (che risponde al numero verde 800 009 631) e il sito web (www.unisalute.it); tuttavia, per restare sempre aggiornati sulle coperture previste, verificare la propria posizione contributiva, scaricare la modulistica necessaria per richiedere i rimborsi, è importante che ciascun dipendente si registrarsi sul portale del Fondo Asim.

La procedura è molto semplice: basta andare sul sito ww.fondoasim.it nella sezione dedicata ai lavoratori e cliccare su “iscrizione lavoratore” (o in alternativa utilizzare direttamente il link portale.fondoasim.it/login), quindi compilare i dati nei campi richiesti. Il dipendente riceverà una mail con un link da cliccare per l’autenticazione e, successivamente, una nuova mail con User e Password con cui fare il primo login. Sul sito Asim e anche nella sezione “Area Dipendenti” del sito Manutencoop sono anche disponibili due semplici video tutorial, in italiano e inglese, per effettuare, passo dopo passo, la registrazione.

Accedendo alla propria area dedicata sul portale ciascun dipendente potrà comunicare agevolmente con lo Staff del Fondo grazie alla chat. I dati di contatto forniti (indirizzo e-mail e numero di cellulare) verranno, inoltre, utilizzati per inviare aggiornamenti e novità riguardanti la polizza o eventuali nuovi servizi. Le credenziali di accesso al portale sono utili anche per accedere alla app per smartphone: MyAsim è scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play e permette di consultare in mobilità le informazioni sul proprio status (iscrizione, versamenti, ecc.), le news e il Piano Sanitario.

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI