YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

Festività 2016

Gruppo
Festività 2016
Gli auguri dei vertici del Gruppo Manutencoop PLAY

Bilancio Sociale 2014

Eventi
Presentazione Bilancio Sociale 2014

PLAY

SU IL SIPARIO SU REKEEP

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 3 - 2013 / Una nuova immagine “come noi”

Innovazione

di Chiara Filippi

Una nuova immagine “come noi”

I mezzi operativi di Manutencoop cambiano vestito. Dopo una gloriosa e intensa carriera “Gente come noi” cede il passo a Gerardo Iedesma, ovvero il dipendente scelto come “testimonial” del gruppo. Una nuova grafica studiata anche per ridurre i costi e più semplice da riparare.

Gente come noi” va in pensione. Al suo posto arriva “Mastro Lindo”. Tranquilli, non siamo impazziti e non sono previsti pensionamenti anticipati di massa. Stiamo parlando del nuovo allestimento grafico dei mezzi operativi del Gruppo. Qualcuno ha già visto circolare qualche nuovo furgone e c’è anche chi li ha battezzati, appunto, i furgoni con “Mastro Lindo”.

Effettivamente il rimando al celebre spot è evidente: nel nuovo allestimento un massiccio dipendente in divisa con le braccia conserte ed i guantoni gialli, sembra vegliare sulla città, il cui profilo è abbozzato nella parte inferiore delle vetture.

Da quest’autunno la nuova grafica ha preso il posto della vecchia campagna “Gente come noi” che prevedeva sui mezzi le immagini di vari, reali, dipendenti del Gruppo: d’ora in poi tutti i nuovi mezzi tecnici richiesti dalle aree saranno consegnati con la nuova “livrea”.

La scelta di cambiare allestimento nasce non solo dalla volontà di rinnovare l’immagine del Gruppo, ma anche dalla necessità di predisporre una grafica meno costosa e, soprattutto, più facile da riparare. Solo per fare un esempio: gli adesivi non interessano i paraurti, una delle parti a maggior rischio di incidenti, in questo modo, nel caso di danni, sarà necessario riparare “solo” la carrozzeria e non anche l’adesivo.

Sembra una banalità ma questo consentirà di non vedere in futuro in circolazione mezzi allestiti per metà per i quali, dopo ad esempio un tamponamento, non era stata ripristinata la grafica. Come avvenuto per “Gente come noi” anche in questo caso l’agenzia D&P, che ha curato l’allestimento, ha scelto il “testimonial” tra i lavoratori Manutencoop: si tratta di un dipendente vero, Gerardo Ledesma, addetto del settore igiene nell’area di Bologna e grande giocatore di baseball (è stato intervistato anche in un numero di Ambiente di qualche anno fa).

L’immagine di Gerardo (o, se vogliamo, Mastro Lindo) sarà su tutti i mezzi furgonati (Doblò, Ducato e camion di vario tipo) mentre sui mezzi più piccoli (Punto e Panda principalmente) rimarrà solo il profilo della città (si tratta di un profilo “inventato” che mette insieme elementi di vari famosi skyline, per rappresentare una sorta di città ideale) e il logo posizionato su uno dei fanali anteriori.

 

Welfare aziendale

Il valore torna in primo piano
Welfare aziendale

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

Una grande affermazione ha caratterizzato anche l’ottava edizione della manifestazione “Un futuro di valore” che ogni anno assegna borse di studio in denaro agli studenti delle scuole superiori e delle università, figli di dipendenti delle società del gruppo. Complessivamente sono stati 280 i premi attribuiti.

LEGGI

Attualità

Un Gruppo che cambia

Attualità

notizia 2

di Chiara Filippi

Dopo lunghe e impegnative operazioni finanziarie, il 100% di Manutencoop Facility Management S.p.A. è tornato nelle mani di Manutencoop Società Cooperativa. La conclusione dell’iter è coincisa, inoltre, con la nomina di un nuovo consiglio di amministrazione e la riorganizzazione del management aziendale.

LEGGI

Welfare aziendale

L’estate ha il segno del divertimento
Welfare aziendale

notizia 2

a cura della Redazione

I centri estivi promossi da Manutencoop hanno attratto anche lo scorso anno un piccolo contingente di quasi 300 bambini e ragazzi, figli dei dipendenti delle società del gruppo, che hanno così condiviso l’esperienza di trascorrere insieme momenti di svago.

LEGGI