YouGenio

Scopri YOUGENIO
Facilita - Il welfare di Manutencoop
Noi No

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

Festività 2016

Gruppo
Festività 2016
Gli auguri dei vertici del Gruppo Manutencoop PLAY

Bilancio Sociale 2014

Eventi
Presentazione Bilancio Sociale 2014

PLAY

IL TEAM DELL’ ADVANCED SERVICES CENTER

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial

comics

di LELE CORVI

vignetta

LEGGI

PICNIC

L'area riservata ai soci Manutencoop

PICNIC
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2013 / Uguali

UGUALI

Tutti i sentieri dello spirito
Ricchi nella condivisione

Nicolini

Di Don Giovanni Nicolini
biografia

Uguali

Il miracolo della “moltiplicazione dei pani” è il più raccontato nei Vangeli del Signore: ben sei volte! Ma in nessuna di queste quattro relazioni compare il verbo moltiplicare. Certo, viene spontaneo e quasi inevitabile ritenere che, per dare da mangiare a migliaia di persone, quei pochi pani Gesù li doveva far diventare molti pani, e cioè appunto, moltiplicarli.

Ma le cose non sono andate così. È scritto che ha preso quei pani, ha benedetto e li ha spezzati. Qualche decennio fa Ivan Ilich, uno spirito profondo e geniale, reagiva davanti all’allarme dell’essere in troppi al mondo e troppo pochi i pani, affermando che il vero problema sta nel fatto che abbiamo dimenticato come si fa a spezzarli. Con il risultato che da una parte se ne butta via un sacco, e dall’altra si crepa di fame. Questo passaggio di grave crisi che il nostro opulento mondo sta attraversando potrebbe essere prezioso proprio per questo tema. Dire che dobbiamo imparare ad essere poveri mi sembra piuttosto aleatorio. Anche perché conviviamo con alcuni pochi che sono sempre più ricchi, e che ci mettono piuttosto la voglia e l’illusione di imparare da loro a continuare ad allargarci.

La proposta che viene dalla tradizione sapienziale dell’ebraismo e del cristianesimo è piuttosto una proposta di accoglienza e di condivisione. Capita facilmente che all’improvviso arrivino a casa ospiti che non aspettavamo. Siamo contenti della loro visita e preoccupati di non avere da offrir loro degnamente. Ma la gioia dell’amicizia e la gentilezza dell’ospitalità suggeriscono il modo sia per far posto a tutti intorno alla nostra tavola sia, appunto, per creare la possibilità di “spezzare il pane” in modo che ce ne sia per tutti. Capita anche a Messa che qualche volta quelli che desiderano comunicarsi al Pane della vita siano più numerosi dei pezzi preparati: ma basta spezzare di più e ce ne sarà in sovrabbondanza per tutti. Secondo il racconto dei miracoli evangelici, di quei pochi pani sono avanzati addirittura delle ceste! Il nemico da battere è quindi la solitudine rattristata dei nostri egoismi, l’abbandono in cui molti sono costretti a vivere, accanto ai nostri vizi istintivi di aggressività, di competizione e di possesso. Invece possiamo scoprire che non è così difficile giocare “carte nuove” nella partita della vita sia personale, sia famigliare, sia sociale. È bella per esempio l’avventura della “spesa di condominio”: si fa tutti insieme la lista di quello che ogni nucleo famigliare deve procurarsi.

E la spesa fatta insieme e in posti giusti regala sconti di notevole e inaspettata entità. Così è bella anche l’avventura della “badante di condominio”, chiedendo scusa per il termine brutto e disonorevole per una lavoro così prezioso! Una o più persone seguono e sostengono la vita quotidiana di diverse persone che abitano nel nostro stesso palazzo. In questo modo si riesce a completare l’orario di chi lavora per noi. E chi lavora è sempre abbastanza vicino. Chi avesse un problema improvviso “fuori orario” avrà la possibilità di un intervento rapido da vicino. E anche questo fraternizza e approfondisce le relazioni. Spesso, addirittura, crea relazioni tra persone altrimenti troppo sole. Altri sapranno indicare e condurre soluzioni più tecniche e precise.

Da parte mia posso comunicare solo queste esperienze e queste speranze di cui anch’io per primo ogni giorno posso gioire. Una vecchia preghiera Bibbia dice che “è bello e soave che i fratelli vivano insieme”. Consapevole di tante obiezioni che a questo si possono fare, io continuo a pensare e a fare qualcosa perché tale bellezza e tale soavità possano accompagnare i giorni della nostra vita.

Assemblea Soci

Una grande famiglia colorata
Assemblea Soci

notizia 1

di Giancarlo Strocchia

L’Assemblea dei soci vista “da dentro”: il Gruppo Manutencoop raccontato dalle voci dei dipendenti arrivati da tutta Italia per festeggiare insieme.

LEGGI

Sostenibilità

Il battesimo della sostenibilità firmata MFM
Sostenibilità

notizia 2

di Sara Ghedini

Manutencoop Facility Management ha pubblicato il proprio Bilancio di Sostenibilità. Un’opera prima che, però, eredita il lascito preziosissimo di esperienza ultraventennale della Cooperativa.

LEGGI

Assemblea Soci

La forza della partecipazione
Assemblea Soci

notizia 2

di Chiara Filippi

Tenere insieme diritti, sostenibilità e redditività. L’ultima Assemblea dei Soci del Gruppo Manutencoop, che si è svolta lo scorso 27 maggio a Zola Predosa (BO).

LEGGI