YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

Festività 2016

Gruppo
Festività 2016
Gli auguri dei vertici del Gruppo Manutencoop PLAY

Bilancio Sociale 2014

Eventi
Presentazione Bilancio Sociale 2014

PLAY

SU IL SIPARIO SU REKEEP

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2013 / La salute prima di tutto

Solidarietà

traduzione: eng | عربي

di Andrea Campo

“Noino” alla violenza sulle donne

Una presa di posizione senza riserve. È quella che Manutencoop ha assunto nei confronti della campagna “noino.org” che attraverso una serie di iniziative e di materiali informativi ha ingaggiato una lotta senza quartiere contro la violenza perpetrata dagli uomini sulle donne. Un’azione a cui hanno aderito molti nomi noti dello spettacolo, della narrativa e dello sport e che vuole “contagiare” tutti i dipendenti del gruppo.

L’indignazione non è sufficiente, è necessario condividere, parlare, partecipare, letteralmente metterci la faccia: è questo l’invito di Noino.org, campagna di comunicazione sulle violenze maschili contro le donne, rivolta principalmente agli uomini e promossa da Fondazione del Monte in collaborazione con l’associazione Orlando. Un’iniziativa che ha già coinvolto grandi nomi del mondo dello spettacolo, delle arti e dello sport, come Vinicio Capossela, Simone Cristicchi, Valerio Mastandrea, Neri Marcorè, Riccardo Iacona, Giovanni Veronesi, Stefano Benni, Alessandro Diamanti e tanti altri.

E accanto a questi nomi si è voluta schierare anche Manutencoop mettendo a disposizione i propri canali di comunicazione e i propri contatti. L’azienda, che tra i sui dipendenti conta una percentuale pari al 60% di donne, sostiene attivamente l’iniziativa invitando i propri dipendenti ad aderire alla community di “uomini che dicono pubblicamente No a ogni forma di violenza sulle donne”. Perché come ricordato sul sito della campagna www.noino.org: “Ogni tre giorni in Italia un uomo uccide una donna. Di solito, una donna a lui vicina. Ma i violenti sono molti di più. Più di quanti crediamo. Perché le violenze di genere sono una realtà molto diffusa, ma non abbastanza conosciuta. Picchiare la moglie, minacciare l’ex compagna, perseguitare la fidanzata. Sono gravi reati, ma per molti uomini sono ancora fatti privati. Troppi uomini tacciono. E, tacendo, acconsentono”.

Per aderire alla campagna basta andare sul sito Noino.org, scattarsi una foto e caricarla sulla galleria presente sul sito. Chi è in possesso di un profilo Facebook può cliccare “mi piace” sulla pagina dell’iniziativa. Si tratta di un piccolo ma indispensabile contributo che ha l’intento di creare una maggiore consapevolezza divulgando dati e informazioni e cancellare ogni idea di complicità tra la minoranza dei violenti e la maggioranza degli uomini. È possibile partecipare anche tramite la diffusione delle cartoline, dei pieghevoli e degli adesivi distribuiti dai partner di Noi.org (per trovarli è sufficiente consultare la mappa presente sul sito) oppure si può diffondere la campagna scaricando i contenuti multimediali dal sito e pubblicando il banner di Noino.org sul proprio blog. O, ancora, stampare il balloon con il logo e i relativi messaggi e posizionarli nei luoghi che abitualmente si frequentano. Infine, per i più creativi, è possibile creare un video o una foto originale e caricala sul web (su YouTube o Flickr) e inviare il codice al sito.

SE FOSSE
UNA CANZONE...

“Chariots of fire”
(Momenti di gloria - 1981)

di Vangelis

Celebre colonna sonora vincitrice del premio Oscar nel 1982 dell’omonima pluripremiata pellicola.

“Violenza di genere- spiegano i promotori della campagna Noino. org - è un’espressione che comprende una vasta gamma di comportamenti. Azioni, quasi sempre ripetute nel tempo, che uomini molto diversi tra loro per età, condizione sociale, livello di istruzione, nazionalità, religione, compiono ai danni delle donne, principalmente delle loro compagne, mogli ed ex partner, all’interno di una relazione di intimità o familiare. La violenza di genere non è solo l’aggressione fisica di un uomo contro una donna, ma include anche vessazioni psicologiche, ricatti economici, minacce, violenze sessuali, persecuzioni. Compiute da un uomo contro una donna in quanto donna. A volte sfocia nella sua forma più estrema, il femminicidio. Si tratta di una violenza diffusa in tutto il mondo, legata alla strutturale disparità sociale, economica e di potere tra uomini e donne”.

Manutencoop ha concretamente sostenuto la Campagna favorendone la conoscenza con l’invio di mail ai propri dipendenti, la visibilità sui propri siti web e sui sociale network, l’affissione di locandine, cartoline, magliette e adesivi presso la sede centrale di Zola Predosa.

INIZIATIVE

Podisti aziendali alla Strabologna

L’adesione di Manutencoop all’iniziativa di Noino.org ha fatto immediatamente proseliti grazie all’intraprendenza di un piccolo gruppo di dipendenti dell’azienda che ha voluto partecipare alla trentaquattresima edizione della StraBologna, evento sportivo non agonistico per la promozione della salute e del benessere. I dipendenti hanno scelto di correre per le strade sotto le Due Torri, lo scorso 19 maggio, insieme al gruppo di Noino.org indossando le magliette con il logo dell’iniziativa. Ringraziamo quindi i nostri grandi podisti bolognesi (nelle foto): Giulia Albertazzi, Maurizio Baccelliere, Alessandro Barni, Gabriele Cesari, Valentina Costa, Remo Formica, Sabrina Frontino e Salvatore Sorrentino.

Formazione

Il nostro talent show

Formazione

notizia 1

di Chiara Filippi

Al via un ricco programma di nuovi progetti e iniziative che interesseranno trasversalmente dalla formazione al potenziamento dei canali di selezione passando per eventi e collaborazioni con le università.

LEGGI

Welfare aziendale

Il valore torna in primo piano
Welfare aziendale

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Una grande affermazione ha caratterizzato anche l’ottava edizione della manifestazione “Un futuro di valore” che ogni anno assegna borse di studio in denaro agli studenti delle scuole superiori e delle università, figli di dipendenti delle società del gruppo. Complessivamente sono stati 280 i premi attribuiti.

LEGGI

Welfare aziendale

L’estate ha il segno del divertimento
Welfare aziendale

notizia 2

a cura della Redazione

I centri estivi promossi da Manutencoop hanno attratto anche lo scorso anno un piccolo contingente di quasi 300 bambini e ragazzi, figli dei dipendenti delle società del gruppo, che hanno così condiviso l’esperienza di trascorrere insieme momenti di svago.

LEGGI