YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2012 / Nel futuro con “grano salis”

Cooperazione

di Andrea M. Campo

Nel futuro con “grano salis”

Generazioni Emilia Romagna, il network di giovani cooperatori di Legacoop, prosegue con l’iniziativa dal titolo “Cum Grano Salis” nella promozione di nuove forme cooperative. Un percorso destinato a sostenere un ricambio generazionale fondamentale per il perseguimento di nuovi obiettivi di sviluppo all’insegna dell’innovazione e che ha vissuto un momento di confronto a Manchester, in Inghilterra, nel corso di cooperatives united atto conclusivo dell’anno internazionale ONU delle cooperative.

Sono sette giovani sotto i 40 anni i lavoratori di Manutencoop che hanno partecipato a “Cum grano salis” l’iniziativa di Generazioni Emilia Romagna, network dei giovani cooperatori di Legacoop, ospitata a novembre presso i Magazzini del Sale di Cervia. Tema del dibattito, che ha coinvolto 130 giovani cooperatori, le prospettive e le opportunità del futuro modello cooperativo.

“I giovani cooperatori debbono darsi un obiettivo chiaro e diventare la nuova classe dirigente del movimento cooperativo - chiarisce Pierluigi Stefanini di Unipol - non solamente per sostituire quella attuale, rischiando di essere autorappresentativa, ma avere un sano spirito egemonico che permetta di guidare al meglio sia le cooperative sia l’organizzazione”.

Gli fa eco la portavoce di Generazioni, Chiara Bertelli: “Il mancato ricambio generazionale e l’inadeguatezza della classe dirigente continuano in ogni caso a rappresentare una delle cause principali della difficoltà che spesso le cooperative hanno nell’innovare, nel competere sul mercato e nel governare i processi democratici e decisionali” ha precisato la portavoce. “A maggio abbiamo presentato un documento – ha specificato Bertelli - con cui chiediamo di rivedere in un’ottica di risparmio e di efficienza, le spese associative sostenute dalle strutture territoriali e settoriali. Pratiche di risparmio e di riuso, contenimento dei contratti di lavoro post-pensione e limite al cumulo delle cariche. Il prossimo passo sarà quello di portare le nostre istanze nelle cooperative: sarà indispensabile l’impegno di tutti noi”.

A fare gli onori di casa Rudy Gatta, responsabile di Generazioni per Legacoop Ravenna: “Faccio parte del gruppo che costituì Generazioni nel 2007 a Bertinoro, da allora siamo cresciuti e Generazioni è stata una palestra che ci ha permesso di diventare più forti sul piano culturale e della formazione manageriale”. Gatta conclude l’intervento delineando il futuro di Generazioni: “Non siamo più quelli di Bertinoro, il prossimo impegno che ci attende è accettare la sfida del cambiamento nell’epoca della crisi. Siamo pronti e a quanti sono perplessi rispetto al nostro operato voglio ricordare che siamo nati e continuiamo a essere non una minaccia per la cooperazione ma un’opportunità per dare continuità all’esperienza cooperativa”.

“A quanti sono perplessi rispetto al nostro operato voglio ricordare che continuiamo a essere non una minaccia per la cooperazione ma un’opportunità per dare continuità all’esperienza cooperativa.”

Nella giornata è stato presentato il lavoro di ricerca (e i risultati) del gruppo sul welfare aziendale e il progetto “Generazioni in movimento”, viaggi intorno al mondo per conoscere e approfondire i diversi modelli di cooperazione e studiarne l’applicabilità nella realtà italiana. Il progetto quest’anno ha fatto tappa a Manchester, culla della cooperazione mondiale, dove si è tenuto “Cooperatives United” atto conclusivo dell’Anno Internazionale ONU delle Cooperative che ha visto tra i suoi attori, il giornalista della BBC Steph McGovern e alcuni tra i maggiori esponenti del mondo cooperativo tra cui Pauline Green, presidente dell’Associazione Internazionale delle Cooperative.

All’evento ha partecipato anche il coordinamento di Generazioni Emilia-Romagna di cui fa parte Luca Stanzani, responsabile del servizio Comunicazione e Responsabilità sociale di Manutencoop. La delegazione ha presentato un workshop dal titolo “Co-operative Rights: Inter-generational exchange, participation and membership” con i relatori Chiara Bertelli e Roberto Cardinale, delegato di Generazioni Emilia-Romagna ai rapporti internazionali.

SE FOSSE
UN FILM...

“Riff Raff” (1991)

di Ken Loach,
con Robert Carlyle

Il lavoro nella Londra della lady dal pugno di ferro, dove operai e disoccupati vivono tra espedienti e disagio sociale.

“La nostra delegazione ha deciso di finanziare personalmente e integralmente la propria partecipazione a Manchester - spiega la portavoce - in modo da non gravare sui budget cooperativi e per marcare l’impegno in spirito volontario che accompagna la professionalità del proprio contributo ai lavori dell’ICA, l’International Cooperatives Alliance”.

All’evento di Manchester hanno preso parte circa 10.000 persone e oltre 4000 delegati internazionali che hanno assistito agli oltre 200 eventi in programma (conferenze e dibattiti, seminari, laboratori per scuole e visite alla cooperative di Rochdale, la più antica al mondo).

Nella delegazione regionale oltre a Manutencoop erano presenti i rappresentati di Gulliver di Modena, Kitchen Coop, Consorzio San Vitale, Cooperare con Libera Terra e alcuni funzionari delle Legacoop di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, Ferrara, Modena, Bologna.

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI