YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 1 - 2012 / Il bancone del bar

IL BANCONE DEL BAR

Nicolini

di MASSIMO CIRRI
biografia

due sorsi di confidenze
Italiani da “risparmio”


- Tu sei uno che risparmia?
- Dipende...
- Da cosa?
- Da molte cose.
- Tipo?
- Tipo che se tu fai il signore e dici “Stasera offro l'aperitivo”, io – oltre che stupirmi per questo tuo episodio di straordinaria generosità, l'ultima volta che lo hai fatto era per i mondiali di calcio con la Francia – io, dicevo, risparmio qualche euro.
- Ti ricordo che avevo offerto anche nell'82.
- Mondiali in Spagna?
- Esatto.
- Stai facendo i conti e temi di esserti esposto troppo nel corso dei decenni? Non ti preoccupare, l'aperitivo me lo pago da solo ma risparmio lo stesso.
- E come fai?
- Non lo offro a te. É sempre un risparmio, non ti pare?
- In te c'è un economista che non conoscevo.
- Visto?
- Ma a parte queste piccolezze dell'aperitivo – ti rammento che avevo offerto anche nel 2003 per la grande vittoria nel torneo di calcetto della Cooperativa – come sei messo con il risparmiare?
- Male.
- Male?
- Malissimo. Non ci riesco più. E non sono mica il solo. Noi italiani eravamo un popolo di risparmiatori, lo dicevano le statistiche. Eravamo tra quelli che avevano più propensione al risparmio.
- Propensione al risparmio?
- Esatto. Si dice proprio così: propensione al risparmio.
- E che significa?
- É il rapporto tra il risparmio che uno riesce a fare in rapporto al reddito che ha.
- Una cosa matematica?
- Si. L'economia è fatta di matematica. Però...
- Però?
- Però, se ci pensi, propensione vuol dire anche un'altra cosa...
- Cioè?
- “Propendere” significa pendere in quella direzione. Andare verso, averci voglia, volerlo fare.
- Guarda che anch'io lo vorrei fare il risparmio. E ne farei volentieri anche molto. Se potessi. Solo che adesso non ci si riesce più.
- É vero. Ci si riesce sempre meno.
- Perché aumentano i prezzi...
- E soprattutto i prezzi delle spese obbligate...
- La benzina...
- La benzina. Se al lavoro devo andarci per forza in automobile quella per la benzina è una spesa obbligata. Non la puoi scansare.
- E così diventano obbligatori anche tutti gli aumenti della benzina. E neanche quelli li puoi evitare.
- Idem per le bollette di casa.
- Giusto. Se aumentano il gas e l'elettricità posso starci un po' attento...
- Tieni un po' più basso il riscaldamento...
- O facciamo andare la lavatrice di sera, quando l'elettricità costa un po' meno. Ma...
- Ma gli aumenti li senti lo stesso.
- E risparmi meno.
- E risparmi meno. Però c'è un'altra cosa. Provo a spiegartela anche se è complicata.
- Grazie della fiducia.
- Non c'è di che. Allora: secondo me si ha voglia di risparmiare – c'è quella propensione di cui si diceva prima - quando si pensa al futuro. A cosa ci sarà dopo. Anche alle preoccupazione, ci mancherebbe. A cosa ti potrà succedere, a te, alla tua famiglia, al posto di lavoro. Anche in negativo. Ma sempre guardando avanti. Il risparmio è un misto di paura e speranza...
- Vero.
- E allora se invece il futuro non lo senti, se ti viene da dire “Chi se ne frega di domani”, poi finisce che non ci pensi neanche a mettere qualcosa da parte per dopo. Vivi tutto oggi, ma più avvelenato. Non ti pare?
- Si.
- Come si? É dal 1996 che non mi dai mai ragione e ora mi dici di si due volte di seguito?
- Spiace anche a me darti ragione. Ma l'ho pensata anch'io questa cosa del risparmio e del futuro, la sfiducia. L'ho pensata quando vedo tutti quelli che buttano via i soldi giocando...
- Il Gratta e vinci?
- Gratta e vinci, lotterie istantanee, Turista per sempre, Mega turista per sempre, Mega Miliardario, Tutti al mare, Tuffatinell'oro, la Gallina dalle uova d'oro...
- Ma li sai tutti?
- No. É impossibile. Ce ne sono troppi. Guarda qui, al bar: in dieci minuti quanti hanno grattato la fortuna?
- Non li avrai mica contati?
- Non ci riusciresti neanche. Ma sono tanti. E poi ci sono il Lotto, il Superenalotto, i video poker, i poker on line... Tutti i giochi d'azzardo.
- Ma sono sempre esistiti.
- Questo si. Ma mai così tanti. Prima c'era il Lotto, ma una volta alla settimana. Ora è ogni cinque minuti. E i giochi d'azzardo non hanno mai ingoiato così tanti soldi.
- Soldi buttati.
- Stesso discorso che facevi prima tu: se non c'è futuro allora mi sputtano i soldi che ho. Anche se sono pochi. Che senso ha mettere da parte? Diventa più facile illudersi di cambiare qualcosa con un Gratta e vinci da due euro. Per illudersi di diventare un Turista per sempre.
- Non ci aveva mica pensato ai giochi d'azzardo visti così.
- Adesso pensaci. Altro che Sbanca tutto e Vivere alla grande.
- E allora ti dico un'altra cosa, che secondo me c'entra, su come si è anche voluto distruggere la cultura del risparmio.
- Dilla.
- Ti ricordi che c'è stato anche un periodo - prima della crisi - che era tutto un invito a spendere anche quando non sia avevano i soldi?
- Il periodo del credito al consumo?
- Quello. Quando andavi a comprare il materasso e ti invogliavano a comprarlo a credito. Anche se tu quel materasso potevi tranquillamente pagarlo in contanti.
- Mi ricordo: era tutto un Pagamenti posticipati, Pagamenti rateizzati, Prestiti personali, Cessione del quinto...
- E Carte di credito. Perché poi insieme al materasso ti arrivava a casa anche una carta di credito revolving – che non so neanche cosa significava – ma era un invito a spendere prima di avere.
- Il contrario di risparmiare?
- Esatto.
- Ma hai visto che discorsi seri facciamo ogni tanto al bancone del bar?
- Da non credere.
- E offro io.
- Da non credere due volte.

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI