YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 4 - 2011 / Più Gaia contro l’inquinamento

Sostenibilità

traduzione: eng | عربي

di Andrea Campo

Più Gaia contro l’inquinamento

Tremila alberi entro i prossimi due anni renderanno Bologna più “respirabile” e bella grazie al progetto GAIA a cui Manutencoop ha aderito. Incrementare o realizzare ex novo le aree verdi cittadine combatterà l’emissione di gas nocivi e contribuirà a mitigare gli effetti dell’inquinamento. I primi progetti pronti per Marzo 2012.

Piccoli polmoni verdi nei centri abitati per tornare a respirare. Migliaia di alberi piantati in ogni quartiere per contrastare l’emissioni di CO² e per far rivivere quegli angoli della città dimenticati. Manutencoop è una delle sette aziende (insieme a Aeroporto Marconi, Coop Adriatica, Enel, Unipol, Hera, La Perla) sostenitrici del progetto pilota di Gaia, uno strumento cofinanziato da ‘Life’ della Commissione europea e promosso dall’amministrazione felsinea insieme a Cittalia, Cnr e Unindustria Bologna. Il progetto Green Areas Inner-City Agreement prevede una serie di interventi per la riqualificazione delle aree cittadine tramite la creazione di vere e proprie zone boschive o il rinfoltimento di quelle già esistenti. Come chiarito nelle linee guida, Gaia “si propone di definire conoscenze, strumenti e modalità operative innovative per l’utilizzo della forestazione urbana come strumento di riduzione delle emissioni di gas climalteranti e dell’inquinamento dell’aria, grazie alle funzioni biologiche delle essenze selezionate che permettono l’assorbimento della CO² e la depurazione dell’aria in ambito urbano”. Aceri, frassini, prugni, olmi, ciliegi e altre tipologie di alberi in grado di assorbire alte quantità di anidride carbonica saranno inserite nei contesti urbani generando benefici diretti sul territorio quali il miglioramento della qualità dell’aria tramite l’assorbimento della CO² e degli altri inquinanti, il rinnovamento dell’ambiente urbano e la mitigazione dell’effetto “isola di calore”.

Manutencoop e il gruppo delle aziende promotrici ha finanziato con un investimento di 20.000 euro (circa tremila euro ciascuno) la collocazione di circa ottocento alberi nella zona industriale delle Roveri, di trenta alberi nel parco di Villa Angeletti e infine di quindici alberi nel cortile del pozzo di Palazzo d’Accursio: una volta esaurita questa fase, il cui debutto è previsto per marzo 2012, il Comune dovrà individuare le aree pubbliche da rinfoltire o le zone verdi da realizzare ex novo con l’obiettivo di arrivare a piantare tremila alberi entro i prossimi due anni. Il costo del singolo albero è stato stimato in circa 200 euro e comprende l’acquisto, la messa a dimora e la sua manutenzione: per garantirne la salute e la sopravvivenza il Comune si farà carico dei primi tre anni di vita delle piante. Inoltre è stato costituito un Comitato etico, composto dai 9 Presidenti di quartiere, che avrà il compito di garantire la correttezza e l’attinenza del progetto con gli obiettivi prefissati. Ai margini della presentazione del progetto è intervenuta anche l’assessore all’Ambiente Patrizia Gabellini. “Speriamo che dopo questa prima fase parta una vera gara tra le aziende – ha spiegato l’assessore rivolgendosi anche a singoli privati - per comprare e mantenere quanti più alberi possibile sono benvenute anche le associazioni di singoli cittadini”. In centro città, alcuni contatori misureranno il numero di alberi piantati nonché la quantità di CO² assorbita dagli stessi.

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI