YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 3 - 2011 / Il bancone del bar

IL BANCONE DEL BAR

Nicolini

di MASSIMO CIRRI
biografia

due sorsi di confidenze
Economia verde? Economia al verde?


- Dammi un consiglio
- Figurati, son qui. Su che cosa ti serve? Donne? Motori?
- Sarebbero le tue specialità?
- Esatto. Anche tariffe telefoniche. Ma le tariffe telefoniche sono un po’ più complicate. Cambiano un po’ troppo alla svelta.
- Sai che avrei detto il contrario?
- Cioè?
- Sulle migliori tariffe da fisso e mobile mi sei sempre sembrato uno che la sa lunga davvero. Sulle donne, meno. Molto meno.
- Stai scherzando?
- Vuoi che ti ricordi di quella volta con la collega del secondo piano? Come si chiamava? Sabrina?
- Lorena
- Giusto, Lorena. Quella che ti piaceva moltissimo e poi, quando le hai chiesto...
- Lascia perdere...
- Ma no, dai, poi si è scoperto che...
- Non si è scoperto nulla. Quella è la macchina del fango, la diffamazione, che avete messo in moto tu e i colleghi... Ma lascia perdere, è storia vecchia. Non volevi un consiglio?
- Esatto
- Su che cosa?
- Greeen economy
- Green economy?
- Esatto. Economia verde? Ne sai qualcosa?
- Stai scherzando? So tutto. Green economy, economia verde: nuova tendenza delle sviluppo che concilia investimenti e tutela dell’ambiente.
- Quindi?
- Quindi cosa?
- Ci credi?
- Non è che c’è da crederci o non crederci. Non è mica una religione. O una squadra di calcio. La Green economy è l’unica possibilità per dare un futuro all’economia – ma chi se ne frega dell’economia - e al pianeta. E di questo dovrebbe fregarcene un po’ di più.
- Non è che la metti giù un po’ troppo dura?
- No. È che i rapporti tra l’economia e il mondo, come li abbiamo sempre pensati, non possono più andare avanti così
- Cioè?
- Ti spiego con un esempio adatto al tuo livello
- Sfotti
- No, quando mai. Allora: hai presente il cow-boy?
- Certo
- Bravo: il cow-boy che fa? Vive nella prateria. Cavalca, spinge la mandria, uccide cento bisonti al giorno, ma non gli servono per mangiare. Perché se mangiasse cento bisonti al giorno gli verrebbero i trigliceridi a mille e morirebbe di congestione. Il cow-boy uccide il bisonte, prende la pelliccia e lascia lì tutto il resto. È avidità. Poi si stupisce che di bisonti ne trova sempre meno. Ma lui non ci pensa. Risale a cavallo e va ancora avanti nella prateria. Perché vive nell’illusione che il suo mondo, la prateria, sia infinita. Che ci sia sempre un pezzo di mondo da conquistare. E poi...
- E poi?
- E poi nulla.
- Come sarebbe “nulla”? Che esempio è?
- L’esempio arriva adesso. Qual è l’esatto opposto del cow-boy?
- L’indiano?
- No, non l’indiano...

Fare di Conto

- Come no? L’indiano è il nemico del cow-boy. L’indiano è diverso. Vive in pace con la natura. Uccide un bisonte al giorno – neanche – uno alla settimana. E solo quando è stagione. Perché gli basta. E l’indiano il bisonte lo usa tutto. Con la pelle ci fa la capanna, con le ossa gli utensili, con...
- Perché del bisonte non si butta via nulla?
- Esatto.
- Come il maiale?
- Giusto. Però il salame viene meglio dal maiale che dal bisonte.
- Anche i ciccioli?
- Uguale. Ma non è l’indiano l’opposto del cow-boy. È l’astronauta
- L’astronauta?
- Esatto. L’astronauta. Pensaci: l’astronauta sta nella stazione spaziale, lontano da casa, a migliaia di chilometri d’altezza. Vede la terra dall’alto, un pianetino piccolo e sperduto nell’universo. Così l’astronauta capisce che se la terra non è illimitata non sono illimitate neanche le sue risorse e poi...
- Poi torna giù con lo Shuttle, atterra, va a farsi un hamburger e se ne frega.
- Può essere. Ma quando sta nella stazione spaziale deve starci attento: lì l’acqua è limitata, l’energia viene dal sole, mica dalla benzina, il cibo è misurato...
- Dicono che non si mangi gran che bene nella stazione spaziale internazionale?

“ il governo che cambia continuamente gli incentivi sulle rinnovabili? una volta sì, una volta no, poi ancora si? poi no, poi si vedrà? è green economy? ”

- Non credo servano i ciccioli di maiale. Ma è un esempio, se riesci a comprendere una cosa complicata come un esempio: dobbiamo pensare la Terra come un’unica grande navicella spaziale provvista di
riserve limitate. Che quindi non vanno distrutte.
- Adesso tutto mi è più chiaro. Obama è Green economy?
- Obama ha detto che la Green economy è l’economia del futuro. L’unica che potrà far ripartire l’economia americana.
- Il pannello solare sul tetto? Quello che fa l’acqua calda? Lo metto?
- Certo. È Green economy
- Il pannello sul tetto, ma che fa l’energia elettrica?
- Anche quello è Green economy
- I campi pieni di pannelli solari invece che di peschi e campi di grano?
- Più furbizia per beccarsi gli incentivi che Green economy
- Il governo che cambia continuamente gli incentivi sulle rinnovabili? Una volta sì, una volta no, poi ancora si? Poi no, poi si vedrà? È Green economy?
- È confusione mentale.
- Ristrutturare casa per farle consumare meno di riscaldamento?
- È Green economy. In qualche anno ti riprendi l’investimento e poi cominci a guadagnare
- Convincere il condominio a fare lo stesso?
- Più difficile. C’è sempre quello del terzo piano che è contrario a priori.
- L’auto a metano?
- È Green economy. In attesa di quella elettrica che sarà meglio
- La bicicletta?
- La bicicletta è Green economy prima ancora che venisse pensata la Green economy.
- Il mercato dei contadini in piazza, quello a chilometri zero?
- È Green economy
- Risparmiare l’acqua?
- È Green economy
- Bagno nella vasca o doccia?
- Doccia. Si consuma meno.
- Quando fai il bidet stai seduto faccia al muro o in avanti?
- Che c’entra?
- Mi son fatto prendere la mano. Scusa.
- Figurati.

 

Dipendenti

Talent Development, imparare è un’ esperienza
Dipendenti

notizia 1

di Chiara Filippi

Si legge talent, si traduce come un percorso formativo un po’ speciale di oltre 2000 ore basato più sull’esperienza e sulla personalizzazione dell’offerta che sulle nozioni e cha ha avuto la missione di condurre un gruppo di dipendenti del Gruppo Rekeep allo sviluppo di competenze che hanno spaziato dalle capacità relazionali alle attività di project interface, dalla leadership, al middle management.

LEGGI

Eventi

45 anni di grande passione
Eventi

notizia 2

 

Esattamente il 7 maggio 1974 Lisa Cacciari, storica e inossidabile responsabile della segreteria di presidenza e, più recentemente, deux ex machina di tutte le sedi del Gruppo, faceva il suo ingresso in Manutencoop. 45 anni dopo, Rekeep ha voluto festeggiarla affidando allo scrittore Maurizio Garuti il racconto della sua storia in azienda.

LEGGI

Attualità

Efficienza energetica per l’ospedale di S.B. del Tronto
Attualità

notizia 2

di Chiara Filippi

L’intervento, realizzato da Rekeep, consentirà al nosocomio di abbattere sostanzialmente i consumi di energia attraverso una serie di realizzazioni che comprendono il rifacimento dell’involucro esterno con pareti ventilate, la sostituzione di infissi e la riqualificazione delle centrali termiche.

LEGGI