YouGenio

Scopri YOUGENIO
Facilita - Il welfare di Manutencoop
Noi No

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

Festività 2016

Gruppo
Festività 2016
Gli auguri dei vertici del Gruppo Manutencoop PLAY

Bilancio Sociale 2014

Eventi
Presentazione Bilancio Sociale 2014

PLAY

SU IL SIPARIO SU REKEEP

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial

comics

di LELE CORVI

vignetta

LEGGI

PICNIC

L'area riservata ai soci Manutencoop

PICNIC
Sei in: webAmbiente / numero 3 - 2011 / Consigli verdi

CONSIGLI VERDI

A tu per tu con la natura
Un aiuto naturale

traduzione: eng | عربي

Dall'Olio

di Gabriele Dall’Olio
biografia

Pubblichiamo la seconda parte dell’articolo sulle terapie “naturali” che aiutano le nostre piante a stare meglio. solo rimedi biologici al posto di sostanze sintetiche o chimiche che possono risultare più dannose che altro. proponiamo anche in questo numero alcune efficaci metodologie che non intaccano l’equilibrio delle piante preservando anche l’uomo.

Consigli Verdi

Proseguiamo anche in questo numero di Ambiente a parlare dei sistemi innovativi, che si sono diffusi e si stanno consolidando in agricoltura o nelle manutenzione del verde pubblico e che tengono sempre più in conto la necessità di un minor impatto ambientale nella gestione delle colture. Si tratta di metodi di lotta biologica utilizzabili dal singolo hobbysta nel giardinaggio e nell’orto familiare, con una attenzione particolare alla loro reale applicabilità. Alcuni di questi appartengono alla tradizione “classica”, altri sono fra i più moderni ed innovativi, tutti comunque di provata efficacia e, quindi, di grande utilità nella gestione del verde di casa.

POLISACCARIDI
È da poco disponibile in commercio un nuovo metodo di lotta ai parassiti delle piante molto interessante soprattutto per il suo basso impatto ambientale, un metodo che sfrutta le caratteristiche fisiche di alcune sostanze naturali: i polisaccaridi. I polisaccaridi non sono altro che zuccheri complessi che non si sciolgono nell’acqua ma, se mescolati a essa, rimangono dispersi in piccolissime goccioline; una volta spruzzata questa miscela forma una pellicola che copre uniformemente tutta la superficie irrorata. Se si applica un prodotto a base di polisaccaridi direttamente sulle piante colpite da insetti fitofagi, questi ultimi verranno completamente avvolti da una pellicola che li immobilizzerà portandoli inesorabilmente alla morte. Va ovviamente precisato che la pellicola lascia comunque intatte le funzioni vitali della pianta trattata. I polisaccaridi sono efficaci nei confronti di diversi insetti dannosi come afidi, aleurodidi, psille e cocciniglie e trovano il loro impiego in molte colture. È opportuno applicare la miscela ai primi focolai, quando cioè gli insetti predatori non hanno ancora iniziato il loro “banchetto”. Per quanto riguarda la sua applicazione si usano 25/30 ml di prodotto ogni 10 litri d’acqua da applicare nei periodi più freschi della giornata.

INSETTI UTILI (CHE MANGIANO ALTRI INSETTI.. DANNOSI)
In commercio esistono diversi prodotti costituiti da organismi viventi (definiti insetti utili) che possono essere lanciati sulle coltivazioni per controllare le popolazioni degli insetti dannosi.

“Sono tanti gli insetti utili che in natura e negli ambienti coltivati riescono a contrastare l’azione degli insetti dannosi attraverso la predazione e la parassitazione”

Non si tratta di una lotta semplice e, come tutte le pratiche di agricoltura biologica, richiede alcune conoscenze di base. Sono tanti gli insetti utili che in natura e negli ambienti coltivati (orti, giardini e frutteti) riescono a contrastare l’azione degli insetti dannosi. In particolare esistono alcuni insetti che, attraverso la predazione o la parassitizzazione, limitano tantissimo la proliferazione degli afidi. In pratica i predatori sono insetti utili che, da larve o da adulti, si nutrono voracemente di afidi cercandoli attivamente sulle piante infestate. I parassitoidi, invece, che attuano la cosiddetta parassitizzazione, sono altri insetti che depongono le proprie uova sul corpo degli afidi e si sviluppano come larve a spese della vittima.

Consigli Verdi

Da un punto di vista generale, l’impiego degli insetti utili non è semplice e immediato, presuppone anzi un certo livello di conoscenze tecniche. Innanzi tutto non è sempre facile reperire le confezioni di insetti utili. Il materiale biologico, che vi sarà spedito via posta o consegnato direttamente dal distributore, è per natura molto delicato, essendo costituito da organismi viventi, ovvero larve, mummie di afidi parassitizzati o adulti. La confezione è costituita da un comune barattolo, oppure un flacone, una piccola scatola, ma all’interno ci sono loro, dispersi in un substrato inerte e con una minima dotazione di alimento per il viaggio. La confezione deve essere trattata con riguardo, non deve essere esposta a sbalzi di temperatura e soggetta a urti troppo violenti. Occorre sempre leggere con attenzione le indicazioni riportate sull’etichetta della confezione per cercare di capire come conservarla al sicuro fino al momento del lancio se questo non può essere immediato. Bisogna inoltre scegliere il tipo di insetto da lanciare in relazione all’afide da controllare, alla coltura praticata e ad altre caratteristiche come il clima del comprensorio dove è situato il vostro appezzamento e la stagione di impiego. Per capire meglio quale insetto lanciare, ci si può rivolgere ai locali uffici di assistenza tecnica dei servizi pubblici e delle organizzazioni professionali. In molti casi, sono le stesse ditte fornitrici che assicurano l’assistenza tecnica necessaria. Fatta questa necessaria premessa per chi voglia provare l’esperienza della lotta biologica eseguita con insetti utili può iniziare la sua esperienza con un minimo di consapevolezza. Di seguito descrivo due fra le più comuni specie in commercio.

ADALIA BIPUNCTATA (COCCINELLA)
Gli insetti vengono venduti allo stato larvale e la trasformazione in adulti avviene in circa due settimane, comunque già allo stato larvale si nutrono di afidi. Si deve applicare 6/8 larve di Coccinelle per pianta. Gli insetti vengono venduti in scatoline e l’applicazione avviene manualmente, con un legnetto od un pennellino, posizionando ciascuna larva nella vicinanza delle colonie di afidi, dopo l’applicazione non hanno bisogno di cure. Gli insetti si riproducono e staranno nelle vicinanze delle sue piante finché non trovano nutrimento, poi migreranno. Qualche insetto forse riuscirà a superare l’inverno (dipenderà dal clima). Il costo è in genere contenuto e gli insetti vengono spediti ad inizio settimana, per evitare giacenze nel weekend. Naturalmente gli animali venduti sono solo specie autoctone e – conseguentemente - il loro impiego non compromette la biodiversità dei nostri territori.

Consigli Verdi

CRYPTOLAEMUS MONTROUZIERI
Il Cryptolaemus montrouzieri è uno dei migliori alleati che si possano avere nella lotta biologica ai parassiti. È un coleottero appartenente alla famiglia delle Coccinellidae, famoso per la sua capacità di predazione principalmente di cocciniglie. L’adulto si presenta lungo al massimo 5 mm e, contrariamente alla maggior parte delle coccinellidae, non possiede colori vivaci ma ha il corpo marrone. Sia la larva che l’adulto sono attivi predatori tanto da essere commercializzati per la lotta biologica e vedono il loro principale utilizzo per difendere agrumi, piante da fiore, piante ornamentali, frutteti e vite. C. montrouzieri è coleottero polifago, capace cioè di nutrirsi di più parassiti e, in mancanza delle cocciniglie (suo pasto preferito) non disdegna certo altre prede come gli afidi. È proprio questa sua voracità (è capace di divorare fino a 300 larve prima di completare il suo ciclo) a consigliarlo, nella sua commercializzazione per la lotta biologica, quando gli attacchi di cocciniglie sono piuttosto seri e di solito non necessita di nessun ausilio “chimico”, se la cava egregiamente da sé. Una indicazione utile per concludere: acquistare insetti utili nella lotta biologica lo si può fare, anche da privati cittadini, utilizzando alcuni siti su cui si sta sviluppando questo commercio come ad esempio: “Bioplanet”, “Eugea” e “Agriemporio”.

Welfare aziendale

L’estate ha il segno del divertimento
Welfare aziendale

notizia 1

a cura della Redazione

I centri estivi promossi da Manutencoop hanno attratto anche lo scorso anno un piccolo contingente di quasi 300 bambini e ragazzi, figli dei dipendenti delle società del gruppo, che hanno così condiviso l’esperienza di trascorrere insieme momenti di svago.

LEGGI

Welfare aziendale

Il valore torna in primo piano
Welfare aziendale

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Una grande affermazione ha caratterizzato anche l’ottava edizione della manifestazione “Un futuro di valore” che ogni anno assegna borse di studio in denaro agli studenti delle scuole superiori e delle università, figli di dipendenti delle società del gruppo. Complessivamente sono stati 280 i premi attribuiti.

LEGGI

Formazione

Il nostro talent show

Formazione

notizia 2

di Chiara Filippi

Al via un ricco programma di nuovi progetti e iniziative che interesseranno trasversalmente dalla formazione al potenziamento dei canali di selezione passando per eventi e collaborazioni con le università.

LEGGI