VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

PRONTI A RIPARTIRE

leggi la loro storia

Gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2010 / La comunicazione che cambia

La comunicazione

traduzione: eng | عربي

La comunicazione che cambia

La campagna pubblicitaria “La miglior manutenzione è quella che non si fa notare” è stata solo “l’avanguardia” di un più generale cambiamento complessivo del modo di comunicare di Manutencoop Facility Management e delle sue società controllate. I lavori sono ancora “in progress” ma a regime l’intero Gruppo avrà un’immagine del tutto nuova.

IL LOGO
Anche il logo aziendale ha subito un lieve restyling che avrà effetti più rilevanti per le società controllate. Il nuovo “simbolo” (lo potete vedere nelle immagini in questa pagina) non differisce in modo sostanziale da quello utilizzato fino ad oggi: è stato effettuato, appunto, un restyling finalizzato a favorirne la leggibilità. In sostanza: è scomparsa la dicitura “Facility Management S.p.A.” (Manutencoop Facility Management S.p.A. resta comunque la ragione sociale dell’azienda), che verrà quindi mantenuta a piè pagina nella carta intestata e rimarrà la denominazione corretta all’interno di tutti i documenti aziendali), il font (la scritta, per intenderci) è diventato verticale e non più inclinato a sinistra, assumendo anche una tonalità più chiara di blu, il fregio (quello che in azienda amabilmente si definisce come “il carciofo”) è collocato a destra della denominazione, ha subito alcune variazioni che lo rendono perfettamente simmetrico ed è stata inserita al centro una ulteriore banda verde per evidenziare maggiormente l’“anima ambientale” della società.

“È stato modificato il font e nel fregio è stata inserita una ulteriore banda verde per evidenziare l’anima ambientale
dell’azienda”

È stato, conseguentemente, riadattato anche il logo di Manutencoop Società Cooperativa ma a risentire in modo ancor più deciso del cambiamento saranno le società controllate. La Direzione aziendale ha, infatti, ritenuto opportuno che anche le controllate rendano maggiormente manifesta la loro appartenenza al Gruppo Manutencoop, a partire dal logo che le caratterizza. Una soluzione che, da un lato, rafforza l’immagine del Gruppo e dall’altro, rafforza le singole società che manifestano, in questo modo, l’appartenenza al Gruppo stesso. Il logo di Servizi Ospedalieri (con lo stesso font e lo stesso fregio di Manutencoop) era già coordinato, ora la medesima soluzione è stata estesa anche a Mia, Smail, MP Facility, Maco (il nuovo nome assunto da Manutencoop Costruzioni) e ad Energyproject, la nuova società nata dallo spin off della Divisone Energy & Project Management. Tutte le società avranno lo stesso fregio e lo stesso font della capogruppo. A breve dovrebbe allinearsi anche Gruppo Sicura S.r.l. (controllata all’80%) che, al momento, non ha ancora formalmente adottato il nuovo logo. Nell’immagine di queste pagine il confronto tra loghi nuovi e loghi vecchi.

I MATERIALI DI COMUNICAZIONE
L’introduzione di un nuovo logo ha come conseguenza l’adeguamento ad esso di tutti i supporti di comunicazione aziendale: dagli strumenti commerciali (come brochure, folder etc.) fino a insegne, carta intestata, divise. Il percorso di adeguamento sarà progressivo e, nell’ottica di non sprecare materiali già prodotti, si completerà solo una volta esaurite le scorte dei vari materiali con il vecchio brand. Non si tratterà tuttavia della mera sostituzione di un logo all’altro: è, e sarà, l’occasione per rivedere completamente l’immagine del Gruppo sviluppando e potenziando nuovi canali di comunicazione (sito web, Facebook, Youtube etc.) e introducendo elementi di innovazione negli strumenti più tradizionali dalle brochure ai bilanci agli stand fieristici. Due le linee guida che caratterizzano la nuova immagine coordinata, ideata e sviluppata dall’agenzia bolognese D&P: la città come metafora per illustrare i servizi erogati dal Gruppo (la città è il “contenitore” entro cui sono identificabili tutti gli ambiti in cui Manutencoop opera: ospedali, industrie, scuole, uffici, parchi…) e la sostenibilità come cifra caratterizzante e distintiva del modo di lavorare di Manutencoop. Questo concetto è ben sintetizzato in quello che in pubblicità si chiama “pay off”, la frase, per intenderci, che accompagna il marchio, ovvero, nel nostro caso, “Amore per gli ambienti”, inteso come “cura” dell’ambiente/spazio che Manutencoop, nella propria attività, è chiamata a gestire e contemporaneamente dell’ambiente in senso lato, in cui Manutencoop si muove e a cui ispira le proprie scelte aziendali e di business.

Welfare Aziendale

I giovani protagonisti del futuro
Welfare Aziendale

notizia 1

a cura della Redazione

Numeri da record per l’XI edizione di “Un futuro di valore”, che in questo anno di ripresa ha premiato con le tradizionali borse di studio 392 studenti delle scuole superiori e universitari, figli dei dipendenti delle società del Gruppo.

LEGGI

Sostenibilità

Un Bilancio “straordinario”
Sostenibilità

notizia 2

di Giancarlo Strocchia e Sara Ghedini

L’insorgenza della pandemia ha inciso inevitabilmente su tutti i processi aziendali, anche quelli che investono la sostenibilità. Il nuovo Bilancio di sostenibilità 2020 del Gruppo Rekeep ne rende conto ma, allo stesso tempo, descrive i grandi passi avanti compiuti in base agli obiettivi.

LEGGI

Gente come Noi

La nostra forza

Gente come Noi

notizia 2

di Chiara Filippi

In tre interviste gli ingredienti del successo di Rekeep: passione e responsabilità, voglia di riscatto ed orgoglio, competenza e senso di appartenenza.

LEGGI