YouGenio

Scopri YOUGENIO

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

Festività 2016

Gruppo
Festività 2016
Gli auguri dei vertici del Gruppo Manutencoop PLAY

Bilancio Sociale 2014

Eventi
Presentazione Bilancio Sociale 2014

PLAY

SU IL SIPARIO SU REKEEP

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 2 - 2010 / Editoriale

editoriale

la Redazione

Un cambiamento che guarda al futuro

Di comunicazione sono piene le piazze. Prendiamo a prestito un proverbio per esemplificare un concetto che si traduce anche in un immagine consueta a molti di noi. Grandi o piccoli cartelloni, affissioni che a volte intralciano la vista di monumenti o panorami. I messaggi da cui siamo costantemente bersagliati sono molti, spesso ridondanti, a volte confusi o ambigui. E allora per dialogare con l’opinione pubblica in maniera efficace occorre raccontarsi attraverso una storia autentica, spiegare la propria identità, esplicitare le proprie ambizioni.

“La miglior manutenzione è quella che non si fa notare” è l’idea alla base della nuova campagna di comunicazione di Manutencoop. Non un semplice slogan, ma una modalità di concepire la propria missione, e di cui i principali attori sono gli operatori dell’azienda che quotidianamente agiscono nella “discrezione” per rendere migliore la vita degli altri. In questo numero parliamo molto di questa nuova campagna, anche con il contributo di un esperto come il professore Morcellini dell’Università La Sapienza di Roma.

E poi le novità grafiche dei loghi e anche il nuovo sito (www.manutencoopfm.it), più moderno, intrigante e funzionale. Un mutamento complessivo, come dice il responsabile del servizio Comunicazione e Responsabilità sociale di Manutencoop, Luca Stanzani, avvenuto “in seguito ai profondi cambiamenti
societari, organizzativi e dimensionali che hanno interessato il nostro Gruppo, in particolare, nell’ultimo biennio”. La comunicazione si fa anche con il supporto delle nuove tecnologie, le stesse che oggi consentono a tutti i dipendenti dell’azienda di cogliere nuove opportunità professionali interne attraverso il servizio di job posting.

Di seguito, sempre in questo numero, la forza e l’efficacia dell’azione imprenditoriale del Gruppo Sicura nelle parole dell’amministratore delegato Massimo Cocco, che ne rimarca l’affermazione come una delle prime realtà nazionali nel settore dei sistemi di protezione e antincendio.

Di un altro tipo di forza, quella meravigliosa che attiene alla volontà umana, si parla nell’articolo che presenta gli sportivi dell’Atletico H, forti e volitivi contro ogni ostacolo.

E poi le vette, quelle dello spirito e quelle montuose di Don Bergamaschi, un vero esperto di ottomila.

Un numero di Ambiente percorso dalla voglia di nuova vitalità, dalla necessità di cambiamento, dalla consapevolezza che i buoni risultati sono frutto di un lavoro costante, tenace, ma che non tralascia la dimensione “umana”.

Attualità

Un Gruppo che cambia

Attualità

notizia 1

di Chiara Filippi

Dopo lunghe e impegnative operazioni finanziarie, il 100% di Manutencoop Facility Management S.p.A. è tornato nelle mani di Manutencoop Società Cooperativa. La conclusione dell’iter è coincisa, inoltre, con la nomina di un nuovo consiglio di amministrazione e la riorganizzazione del management aziendale.

LEGGI

Welfare aziendale

L’estate ha il segno del divertimento
Welfare aziendale

notizia 2

a cura della Redazione

I centri estivi promossi da Manutencoop hanno attratto anche lo scorso anno un piccolo contingente di quasi 300 bambini e ragazzi, figli dei dipendenti delle società del gruppo, che hanno così condiviso l’esperienza di trascorrere insieme momenti di svago.

LEGGI

Welfare aziendale

Il valore torna in primo piano
Welfare aziendale

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Una grande affermazione ha caratterizzato anche l’ottava edizione della manifestazione “Un futuro di valore” che ogni anno assegna borse di studio in denaro agli studenti delle scuole superiori e delle università, figli di dipendenti delle società del gruppo. Complessivamente sono stati 280 i premi attribuiti.

LEGGI