YouGenio

Scopri YOUGENIO

TUTTINGIRO

Torna più avventuroso che mai anche per l’estate 2019 il progetto “Tuttingiro” ovvero i campi residenziali estivi che il Gruppo Rekeep mette a disposizione gratuitamente in tutta Italia per i figli dei dipendenti con età compresa tra gli 11 ed i 14 anni.

Termine per presentare la domanda di partecipazione: 3 maggio 2019.

Scarica il catalogo dell’edizione 2019

VIDEO

Essere Manutencoop #TRAILER

Persone
Massimo Cirri intervista Claudio Levorato - Essere Manutencoop #TRAILER

PLAY

UN OMAGGIO DOPPIO

leggi la loro storia

gente come noi i nostri veri testimonial
Sei in: webAmbiente / numero 3 - 2009 / Gli angeli del Summit

Levorato

di Chiara Filippi

Gli angeli del Summit

La riuscita del G8 de L’Aquila ha potuto contare su dei protagonisti “silenziosi” ma efficienti. Sono state le squadre di Manutencoop che hanno garantito, giorno e notte, il perfetto funzionamento degli apparati tecnici, di fornitura di energia e di sicurezza. Un contingente di professionisti che ha operato fianco a fianco con i potenti della terra.

Se al G8 svoltosi a L’Aquila lo scorso luglio è “filato tutto liscio” è anche merito di Manutencoop. I colleghi di Manutencoop Facility Management hanno, infatti, garantito una serie di servizi fondamentali all’interno della Caserma della Scuola sottufficiali della Guardia di Finanza di Coppito, sede del Summit 2009, dove da diversi anni il Gruppo assicura tutte le attività di manutenzione.

Alimentazione elettrica, acqua, ascensori, condizionamento, manutenzioni in genere: tutto ha funzionato bene grazie ai colleghi di L’Aquila, guidati da Eugenio Paolinelli, da anni un’istituzione all’interno della caserma, e alla task force dei colleghi dell’appalto Telecom, capitanata da Claudio Rossi e arrivata a dare manforte da Roma. Un grande lavoro di squadra che alla fine ha ricevuto il plauso degli organizzatori.

“Squadre di operai specializzati hanno assicurato ai Grandi un G8 sicuro ed efficiente”

Le truppe di Paolinelli hanno assicurato, potenziandole, tutte le attività che quotidianamente garantiscono nell’ambito della caserma: funzionamento degli impianti dal condizionamento all’idraulica, agli ascensori. E, in aggiunta, hanno lavorato alla predisposizione delle tante nuove strutture realizzate ad hoc per l’occasione come, ad esempio, gli appartamenti dei “grandi” e delle loro delegazioni: “Nuovi impianti idraulici, varie manutenzioni, è stato un mese di fuoco – commenta Paolinelli – siamo stati in 14 impegnati 24 ore al giorno ed è stato curioso trovarsi spesso ad un metro da Sarkozy, Berlusconi, Obama. Abbiamo anche dormito lì in ufficio, con la radio della Protezione Civile a fianco. E spesso di notte ci hanno chiamato. Alla fine però tutti si sono complimentati”.

La task force di Rossi ha, invece, avuto un ruolo strategico e specifico per quanto riguarda la sicurezza del Summit: in sostanza, ha assicurato e salvaguardato la qualità e continuità dell’alimentazione elettrica della sala operativa della Protezione Civile, del CED per la gestione di tutta la sicurezza dell’evento, della sala stampa oltre che delle palazzine ospitanti i capi di stato.

Per assecondare le molteplici esigenze delle delegazioni dei 27 capi di Stato e di Governo e dei 3.600 giornalisti accreditati, Manutencoop ha “realizzato – spiega Rossi - due stazioni di energia rispettivamente di 6 Megawatt e di 4 Megawatt e UPS (gruppi di continuità dall’Inglese Uninterruptible Power Supplì n.d.r.) per la salvaguardia della continuità assoluta della maggior parte degli impianti strategici”. Manutencoop poi, in costante raccordo con la Protezione Civile, ha strutturato una serie di impianti elettrici richiesti man mano che la macchina organizzativa procedeva con i lavori.

“Nel corso del Summit – racconta Rossi – abbiamo poi garantito assistenza 24 ore su 24, intervenendo diverse volte. Lavorare, lasciatecelo dire, fianco a fianco con delegazioni e capi di stato, è stata una esperienza sicuramente irripetibile”. Tra l’altro, aggiunge Rossi con una punta di orgoglio: “I nostri furgoni erano gli unici mezzi civili a motore che circolavano all’interno della caserma”. Peccato non essere riusciti a fare una foto con Obama o uno dei grandi a fianco di un mezzo con la nostra scritta Gente come noi.

Speciale Tour 80 anni

Orgogliosi al traguardo

Speciale Tour 80 anni

notizia 1

di Chiara Filippi

A Bologna la tappa finale del tour itinerante “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep”, ha trovato spazio nel cuore della città e della zona universitaria: il Foyer del Teatro Comunale. Dal 13 al 18 novembre la Biblioteca è stata ogni giorno animata da letture dei volumi e presentazioni di libri con alcuni importanti giornalisti e scrittori italiani, attirando un pubblico numerosissimo. Non sono mancati anche due appuntamenti legati particolarmente alla città di Bologna.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Una grande festa italiana
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Chiara Filippi

Ieri Manutencoop, oggi Rekeep, ma senza abbandonare l’attenzione alle persone e alla loro crescita. Per festeggiare i suoi 80 anni l’azienda ha deciso di girare l’Italia presentando la propria nuova identità ma anche sottolineando l’importanza che riveste la cultura dell’integrazione attraverso l’iniziativa “Siedi, Leggi e Viaggia! La Biblioteca di Rekeep” che ha portato in alcune grandi città oltre 3.000 opere narrative donate alle biblioteche cittadine.

LEGGI

Speciale Tour 80 anni

Ottant'anni, ma non li dimostra
Speciale Tour 80 anni

notizia 2

di Giancarlo Strocchia

Si sa, il bon ton prevede che chiedere l’età ad una signora, soprattutto se non più giovanissima, risulti sconveniente. Ma in questo caso il dato anagrafico è utile per comprendere quanta strada, quante vicissitudini ma anche quante vittorie prima la “Cooperativa per le manovalanze ferroviarie”, poi la Manutencoop società cooperativa e Manutencoop Facility Management, e oggi Rekeep, hanno raccolto e superato nel lungo corso della propria storia imprenditoriale.

LEGGI